I consigli di The Fashion Jogger per correre la Milano Marathon

0
2246
I consigli di The Fashion Jogger per correre la Milano Marathon

Oggi abbiamo avuto il piacere di ospitare Lisa Migliorini, meglio conosciuta sui social come The Fashion Jogger, per una sessione di formazione sul tema dell’integrazione per i runner.

In occasione della 20ª Milano Marathon le abbiamo chiesto di dare qualche consiglio ai maratoneti che potranno trovare i nostri prodotti ai ristori lungo tutto il percorso. Lisa oltre ad essere una giovane e dotata atleta è anche fisioterapista e osteopata. Segue professionisti e amatori che si rivolgono a lei per ottenere il miglior equilibrio psicofisico anche su temi delicati come l’integrazione alimentare e i giusti workout a sostegno della performance nella corsa.

Sappiamo che a causa di un piccolo infortunio non potrai correre la maratona.
La maratona per me ha sempre avuto un fascino particolare, ma dopo un piccolo intervento potrò rimettermi in gioco solo sui 10km, alla staffetta. Ci tengo, però, a dare comunque ai maratoneti qualche consiglio per prepararsi a questa giornata.

Partiamo allora dall’inizio: come dev’essere la colazione?
Per prima cosa cercate di alzarvi presto in modo da fare colazione almeno 3 ore prima dell’inizio della maratona. Fate una colazione bilanciata con una buona quantità di carboidrati, grassi e proteine che vi serviranno per la gara. Nelle 2 ore precedenti, invece, sorseggiate una borraccia di acqua per evitare poi cali di performance dovuti alla scarsa idratazione.

Come riscaldarsi e preparare il proprio corpo a questo sforzo?
Arrivati sul posto, poco prima di partire, iniziate con un riscaldamento dinamico, potete partire con una decina di minuti di corsa leggera in modo da far accelerare gradualmente la frequenza cardiaca e ossigenare i muscoli, poi potete dedicarvi agli affondi in avanti e agli affondi laterali. Passate in seguito a dei piegamenti del busto a braccia alternate, scendendo fino a toccare le punte dei piedi.
Il riscaldamento prosegue con una leggera corsa calciata e a ginocchia alte, finendo con degli esercizi di respirazione per massimizzare la capacità polmonare.

Per preparare il proprio corpo, oltre al riscaldamento, noi consigliamo sempre di consumare una “razione d’attesa”. Lo fai anche tu?
È fondamentale idratarsi e magari consumare un piccolo pasto 60 minuti prima della partenza a base di barrette energetiche o gelatine, come Total Energy Fruit Jelly>.
Sono particolarmente indicate per gli sport di resistenza perché sono ricche di sali minerali e carboidrati a differenti velocità di assimilazione. Inoltre, la loro particolare consistenza ci permette di incamerare energia che andremo poi a utilizzare in modo graduale e costante per gran parte della gara.

Durante la maratona come possiamo aumentare resistenza ed energia?
Se la vostra attività supera le 2 ore è buona regola alternare gel e barrette ogni 45 minuti circa, senza attendere la sensazione di sete o fame, poiché a questo punto sarebbe già tardi.
Studiate i punti ristoro dove rifornirvi e provate prima anche gli integratori da assumere che troverete sul percorso, in modo da testare in anticipo le possibili reazioni del vostro corpo.

Cosa scegli tu in questo caso?
Il gel isotonico è l’ideale, perché è facile da portare con sé e non ha bisogno di acqua. Isotonic Power Gel> permette di evitare che i depositi di glicogeno muscolare scendano sotto la soglia di rendimento. Vedrete i primi effetti del rilascio di energia dopo una decina di minuti, e i restanti carboidrati si libereranno in modo progressivo.

Se, invece, volessimo mangiare qualcosa?
Dopo circa 45 minuti avrete bisogno di mettere qualcosa sotto i denti: in questo caso parliamo della Total Energy Fruit Bar>. Una gustosa barretta energetica con riso soffiato e frutta, arricchita con vitamine e ideata per gli sport di resistenza, favorisce un rapido reintegro energetico durante l’attività sportiva.

Gli ultimi chilometri sono la parte più tosta, il nostro corpo e la nostra mente inziano a essere stanchi. Come rimediare?
Raggiunto il muro dei 30 km, nel momento in cui la gara si farà più intensa, e le energie verranno meno, avrete bisogno di un boost di vitamine, che vi aiuterà a finire la maratona dando il massimo. Nell’ultima ora, potete assumere una fiala di Guaranà Super Strong Liquid, un piccolo shot ad azione tonica, con antiossidanti, stimolanti ed un elevato apporto di caffeina. L’ideale per ricaricarvi in vista dello sprint finale.

Sappiamo bene che la maratona non finisce all’arrivo, una volta tagliato il traguardo è importante occuparsi del recupero per riprendersi in fretta.
Sicuramente la soddisfazione di riuscire a passare sotto l’arco, è in grado di ripagare ampiamente la fatica. Dovete però continuare a prendervi cura del vostro corpo per potervi riprendere più velocemente.
Durante una competizione lunga come una maratona, il vostro corpo, non perderà solo liquidi, ma tantissimi sali minerali, proteine, carboidrati e grassi. Essendo uno sforzo superiore alla media, il vostro organismo non sarà in grado di reintegrare subito tutte le riserve, quindi dovrete cercare di riportare ai giusti livelli tutti i valori.
Total Energy Recovery> è perfetto per questa fase: la sua formulazione e la pratica busta monodose sono stati ideati per supportare la fase di recupero muscolare in seguito ad un allenamento intenso, inserendo tutti gli ingredienti necessari per il vostro post gara in un’unica soluzione da sciogliere in circa mezzo litro di acqua. Il rilascio di energia è graduale e prolungato nel tempo, per evitare così picchi glicemici, ma garantendo all’organismo carboidrati prontamente disponibili.
Per massimizzare gli effetti vi consiglio di assumerlo entro mezz’ora dal termine della maratona.

Photo credits: @LaPresse