I sali minerali e lo sport

Per il tuo benessere di sportivo

0
12396

I sali minerali

I 22 minerali rappresentano circa il 4% del nostro peso corporeo, essi sono nutrienti essenziali che rientrano nella costituzione dei tessuti corporei e partecipano attivamente alla regolazione di fondamentali funzioni fisiologiche di controllo, di regolazione e di struttura.

Le Funzioni vitali dei Sali Minerali

I Sali minerali regolano importanti funzioni, quali:

  • Il trasporto di ossigeno alle cellule;
  • La contrazione muscolare essenziale per il movimento e il funzionamento del sistema nervoso centrale.

Inoltre i minerali concorrono:

  • Alla regolazione osmotica;
  • Al mantenimento dell’equilibrio acido-base

Essi sono presenti, in alte concentrazioni, nello scheletro e nei denti e, in percentuali più basse, nei fluidi corporei.

I Sali Minerali e lo Sport

Nell’attività sportiva, soprattutto negli sport di endurance caratterizzati da esercizi aerobici ad elevata intensità con conseguente ed abbondante sudorazione, l’integrazione di Sali minerali risulta particolarmente importante. Soprattutto durante competizioni intense, in presenza di temperature elevate, la continua sudorazione può portare importanti perdite di sodio, cloro e, in minor quantità, potassio, magnesio e calcio.

Per questo motivo è essenziale bilanciare adeguatamente la perdita di acqua e di Sali minerali durante l’allenamento, bevendo a piccoli sorsi, in modo costante e regolare.

In particolare si consiglia di bere acqua minerale e bevande isotoniche – cioè simili alla concentrazione salina delle cellule – che contengono le giuste quantità di Sali minerali, in modo da bilanciare i fluidi. È importante bere abbondante acqua minerale anche durante la giornata.

NAMEDSPORT> propone una vasta scelta di formulazioni idrosaline ipotoniche ed isotoniche, che favoriscono il bilancio idrosalino e rispondono perfettamente alle diverse esigenze di idratazione, sostenendo la performance atletica prima, durante e dopo l’attività sportiva.

L’importanza dell’idratazione dell’attività sportiva

L’acqua rappresenta un elemento vitale per l’organismo: ne siamo costituiti per il 60-70%. Il 30% dell’acqua corporea si trova nei liquidi, il 70% nei tessuti, di cui è parte costituente in significative percentuali:

  • Sangue: 85%
  • Tessuto muscolare: 75%
  • Ossa: 20%
  • Tessuto adiposo: 10%

L’acqua è l’elemento fondamentale delle cellule che compongono il nostro corpo e la sua capacità di dissolvere o sospendere varie sostanze, tra cui i sali minerali e composti organici necessari alla vita, permette di nutrire il nostro organismo attraverso il passaggio continuo fra cellula e cellula dovuto a meccanismi di compensazione, veicolando le sostanze nutritive e i cataboliti da eliminare.

Il rapporto fra acqua ingerita e acqua escreta identifica lo stato di idratazione e quindi il bilancio idrico. Tale meccanismo è regolato dalla sete ma, dal momento che tale sistema può subire delle alterazioni, è consigliabile mantenersi sempre idratati bevendo piccoli sorsi ogni 30/40’.

Durante l’attività sportiva è necessario garantire un’idratazione più continua e profonda, bevendo in maniera costante e a piccoli sorsi ogni 10’-15’.

Cali dell’idratazione corporea, anche soltanto del 4-5%, possono determinare sensibilissimi deficit di prestazione fisica che possono raggiungere un’incidenza del 10-13%.

La disidratazione è il primo nemico della salute e della performance con rallentamento dell’ossigenazione tissutale e perdita della termoregolazione, che può degenerare nel colpo di calore.

Il miglior reintegro liquido durante l’attività sportiva può avvenire anche con bevande a base di carboidrati ed elettroliti, ma le concentrazioni di carboidrati ed elettroliti devono essere proporzionate al quantitativo di acqua: una concentrazione troppo elevata o ipertonica può rallentare l’assorbimento richiedendo acqua organica per diluirla, mentre una concentrazione minore, isotonica o ipotonica, viene assimilata più velocemente.

Insieme all’idratazione è utile assumere anche vitamine e Sali minerali per ottimizzare il mantenimento dell’omeostasi e ritardare la comparsa dei sintomi della fatica, nonché per recuperare la perdita salina dovuta all’attività fisica.

(inserire la tabella dei Sali minerali: elemento – funzione – cibi che lo contengono
fonte: U.S. National Library Of Medicine. “Minerals”.

Scopri i supplement a base di sali minerali>