Milano-Torino NAMEDSPORT> 2018

Una giornata in ammiraglia

0
380
Milano-Torino NAMEDSPORT> 2018 raccontata da Strong Cycling19

Ieri mattina ho partecipato alla 99a edizione della Milano-Torino NAMEDSPORT>. La classica più antica del panorama ciclistico internazionale, nata nel lontano 1876, al via quest’anno con molti dei corridori più forti al mondo, in preparazione dell’ultima classica monumento della stagione che si terrà sabato: il Giro di Lombardia.

L’edizione 2018 è stata davvero un’edizione speciale per me, perché ho partecipato in veste completamente nuova. NAMEDSPORT> mi ha affidato il compito di raccontare la gara sulla sua fanpage, alimentandola con foto, video e dirette nei momenti più importanti: la partenza, l’arrivo, il foglio firma. Oggi voglio raccontarvi questa esperienza magica, vissuta come non mi era mai capitato, nel dietro le quinte di una competizione storica e al fianco dei campioni del ciclismo mondiale.

Una volta terminate le procedure preliminari, a cui ho potuto assistere in prima persona da vicino (potere del pass !), lo staff RCS ha accompagnato me ed il mio collaboratore all’Alfa Romeo Giulia, passando letteralmente in mezzo al gruppo pronto a partire. L’Alfa Romeo su cui siamo saliti ci ha scortato in corsa che per tutta la giornata. Abbiamo visto vicino la gara senza recare disturbo ai corridori.

Dopo una fase preliminare la giuria ci ha dato l’autorizzazione ad avvicinarci alla fuga appena creata per fare qualche scatto. È stato molto emozionante avere i corridori così vicino. La stessa cosa ci è stata concessa per il gruppo principale, in cui sono stato addirittura riconosciuto da Dario Cataldo! Uno dei corridori che conosco meglio in gruppo.

Abbiamo ripetuto diverse volte questa procedura di avvicinamento nel corso della gara ed abbiamo potuto ammirare molti retroscena che dalla televisione non si vedono: strategie tra corridori in corsa, rifornimenti al volo, assistenza tecnica e molto altro. Il tutto piacevolmente contornato dalle dolci colline del Monferrato che hanno reso ancora più suggestiva la nostra esperienza.

Una volta arrivati ai piedi della temuta salita finale di Superga abbiamo accelerato superando un’ultima volta quello che ormai restava della fuga di giornata e siamo saliti a goderci l’arrivo dalla zona hospitality.

Abbiamo assistito all’arrivo dei corridori stremati, con la bellissima vittoria di Thibaut Pinot e la festa sul podio insieme a Miguel Angel Lopez, 2° all’arrivo nonostante la caduta finale, ed il campione del mondo Alejandro Valverde, giunto 3° al traguardo.

Questa NAMEDSPORT>EXPERIENCE è stata una delle esperienze più belle di sempre. Per me, che continuo a vivere il ciclismo da tifoso, è stato un vero onore poter testimoniare tutto da così vicino e sono contento di potervi raccontare una giornata che porterò dentro con grande gioia.

Alla prossima esperienza!